Riscaldamento a pavimento e raffrescamento

Uno dei punti di forza di Egodom3 è certamente la gestione del caldo e del freddo, che nasce già integrata con tutto il resto del sistema.

Riscaldamento a pavimento e raffrescamento

Messaggioda Gio.Scarlet » 29/10/2009, 21:47

Ciao a tutti,
Sto pensando di mettere un impianto di riscaldamento e raffrescamento a pavimento. E’ possibile integrarlo in domotica?
Ci sono problemi? Cosa consigliate o meglio che cosa dovrei prevedere.
Gio.Scarlet
 
Messaggi: 3
Iscritto il: 29/10/2009, 21:08

Re: Riscaldamento a pavimento e raffrescamento

Messaggioda Max_Egodom3 » 30/10/2009, 23:19

Ciao,
Non ci sono problemi nell'integrare l'impianto descritto con Egodom.
Considera che come per gli altri impianto di riscaldamento, riducendo ai minimi termini, si tratta di dare un consenso all'apertura della valvole di zona, e contestualmente alla caldaia (in inverno) o al gruppo frigo (in estate).
Un consiglio che sento di porti dare, è chiedere all'installatore idraulico quali sono i tempi di latenza o "reazione" dell'impianto.
In pratica è il tempo in cui, se decido di attivare il caldo (o il freddo) in un'area, questa arriva alla temperatura richiesta.

Il consiglio ti servirà ad impostare i tempi di accensione e spegnimento automatici; infatti se l'impianto impiega 8 ore per "mandare in temperatura" la zona, NON è consigliabile spegnere la zona se prevedo assenze brevi, quanto meno inferiori al doppio del tempo di latenza (le 8 ore).
Questo è un nostro parere, il tuo idraulico o progettista saprà certamente consigliarti al meglio; ho sentito di alcuni tecnici che parlano addirittura di giorni. Ma ripeto loro sanno sicuramente come consigliarti al meglio.

Infine per gestire le zone con Egodom, è sufficiente prevedere comuni valvole motorizzate, consigliamo quelle NC, ovvero normalmente chiuse, che richiedono un solo relè per il funzionamento. La tensione di esercizio è invece indifferente (basta prevedere il relativo trasformatore(alimentatore).
Per la caldaia ed il gruppo frigo invece è fondamentale, accertarsi che prevedono il consenso esterno.
Infatti ognuno dei due ha una sua elettronica, interna o esterna, che ne gestisce il funzionamento.
Ad esempio la caldaia ha il suo pannellino di controllo.
Questo DEVE rimanere, per gestire la caldaia, soprattutto per la programmazione (estate/inverno) e le temperature, acqua calda e sanitaria.
In aggiunta, sul pannello o direttamente a bordo della caldaia o frigo, DEVE esserci il consenso, da collegare quindi ad un relè di Egodom.

Per qualsiasi dubbio, siamo qui
Ciao,
Massimo
Massimo Egodom 3

--- C’è vero progresso solo quando i vantaggi di una nuova tecnologia sono utilizzabili da tutti ---
Max_Egodom3
 
Messaggi: 119
Iscritto il: 22/09/2009, 19:26

Re: Riscaldamento a pavimento e raffrescamento

Messaggioda MrSEO » 14/11/2009, 1:36

Ciao Max,
non mi è chiaro però nel dettaglio come integrare il pannello di controllo o il termostato con il sistema domotico.
Ricapitolando, sul termostato del clima (il mio andrà ad acqua) si imposta la temperatura dell'acqua, velocità delle ventole e altro, mentre egodom dovrebbe gestire solo la tempreratura dell'ambiente con la sonda e l'on/off...quindi una sorta di ponte sul termostato? :?
Grazie
Beppe
MrSEO
 
Messaggi: 36
Iscritto il: 06/11/2009, 0:25

Re: Riscaldamento a pavimento e raffrescamento

Messaggioda Max_Egodom3 » 14/11/2009, 13:37

Ciao Beppe,
se ho capito bene, parlando di velocità delle ventole, stiamo parlando di Fun coil o Termoconvettori.
L'integrazione con Egodom3 si ottiene risparmiando sui componenti montati sui Fun coil o Termoconvettori, quindi NON acquistando le "centraline" a bordo, quelle in pratica che regolano temperatura ambiente e velocità.
Dovrà comunque essere previsto la sola "centralina" che regola il funzionamento della caldaia, ovvero quella che gestisce le sole temperature dell'acqua calda sanitaria e di riscaldamento.

Egodom3 interviene con 2 oggetti a scelta, che possono essere alternativi o contemporanei: Il sensore temperatura ambiente e/o il termostato.

Sensore Temperatura
Il sensore, codice EGD.PF.SENSTMP-B.A, è il componente che serve ad Egodom3 per monitorare la temperatura ambiente, che può essere una stanza o una zona (zona giorno - notte - taverna), o altro. Va installato a muro ed occupa un tappo (lo spazio di un pulsante), e viene fornito già montato sulle serie di comando civili più comuni.

Tramite il display della centrale, una tantum, puoi creare i cronotermostati "virtuali" per gestire tempi e temperature nei vari giorni della settimana, che poi andrai ad abbinare ad uno più sensori (quindi stanze o zone).
Ci penserà quindi la centrale a mantenere la temperatura desiderata nelle zone impostate, negli orari e giorni che hai creato.
Se vorrai variare la temperatura di una "zona" dovrai semplicemente variare il livello desiderato direttamente tramite display della Centrale Main.

Termostato
Il termostato, codice EGD.PF.TERMO-B.A, da incasso a muro occupa tre tappi, quindi un'intera scatoletta 503 (equivalente a 3 pulsanti).
Questo è dotato di display, sensore di temperatura, relè comando valvola, 4 tasti e 3 led di stato.
In pratica funziona come il sensore di temperatura di cui sopra, per quanto riguarda zone e cronotermostati "virtuali" in centrale, ma ha vari enormi vantaggi.
    1. Innanzitutto hai Il display a bordo, che fornisce le seguenti informazioni:
      - Temperatura ambiente,
      - Temperatura richiesta,
      - Programma Richiesto,
      - Zona attiva si/no,
      - Modalità funzionamento (estate-inverno)
    2. Hai 4 tasti che servono per le seguenti funzioni:
      - Cambio programma automatico (tra i 3 disponibili creati dal cronotermostati "virtuali" in centrale
      - Impostazione del modo manuale, dove tutti i cronotermostati "virtuali" in centrale, vengono ignorati, e la temperatura è "forzata", per quella zona, fino a che non togli il modo manuale

Inutile quindi sottolineare la comodità di avere il display nella zona interessata, anziché essere costretti ogni volta ad andare fino al Display della Centrale. Ovviamente però il sensore ha un costo inferiore rispetto al Termostato.

Cronotermostati "virtuali" in centrale
Equivalgono ai classici cronotermostati a muro degli impianti normali di climatizzazione (caldo o freddo).
In pratica possiamo creare 3 livelli di temperatura per i 3 programmi:
    - SPENTO: Non sono in casa
    - ECONOMY: temperatura notturna o di mantenimento
    - CONFORT: Sono in casa
Creato il programma con i livelli, dovrai decidere quando sono attivi tramite semplicissimo grafico a video disposto sulle 24 ore, esempio:
    Classica impostazione zona notte
    - SPENTO: dalle 9,00 alle 18,00
    - ECONOMY: 1,00 alle 6,00
    - CONFORT: 6,01 alle 8,59
Ultimo passaggio, assegnare il programma orario ai giorni della settimana; nell'esempio di cui sopra tipicamente dal lunedì al venerdì.

Il tutto funzionerà perchè ci sarà un relè che attiva la valvola di zona quando la centrale verifica la necessità e, come nel tuo caso, ci saranno altri 3 relè che gestiscono le classiche tre velocità di un fun coil / ventilatore, decidendo la più opportuna in relazione alla differenza tra temperatura ambiente e temperatura richiesta (delta T°): velocità maggiore : Delta maggiore, a scalare..

Grazie a te, ciao, a presto.
Massimo EGD3
Massimo Egodom 3

--- C’è vero progresso solo quando i vantaggi di una nuova tecnologia sono utilizzabili da tutti ---
Max_Egodom3
 
Messaggi: 119
Iscritto il: 22/09/2009, 19:26

Re: Riscaldamento a pavimento e raffrescamento

Messaggioda MrSEO » 16/11/2009, 22:50

Sono di nuovo io... :)
Facciamo un pò di ordine: il mio impiando di riscaldamento sarà a pavimento con una caldaia di ultima generazione a integrazione dell'acqua calda con pannello solare. Non potrò quindi decidere la temperatura di ogni singolo ambiente ma di tutta il piano casa, e questo mi sta bene.
Il termostato della caldaia credo sia insostituibile per le funzionalità che ha (temperatura acqua, codici di errore, ecc..) quindi mantenendo la sonda di temperatura di Egodom come posso interfacciarmi al termostato?
Lo tengo sempre a 30° per dire ma il segnale di avvio alla caldaia lo darà il sistema domotico?
Scusami ma ancora non mi è chiara questa faccenda. :roll:
Grazie!
Beppe
MrSEO
 
Messaggi: 36
Iscritto il: 06/11/2009, 0:25

Re: Riscaldamento a pavimento e raffrescamento

Messaggioda Max_Egodom3 » 16/11/2009, 23:17

Ciao Beppe,
in pratica hai capito perfettamente.

Il termostato serve, ed è assolutamente indispensabile, per la gestione dei parametri della caldaia che hai elencato.
Però lo chiameremo "centralina" per non fare confusione.
Quindi la "centralina" della caldaia serve appunto per gestirla, quindi tra l'altro, per definire che la temperatura dell'acqua interna alla caldaia, di riscaldamento (non della casa) pari ad X °C, mentre la temperatura dell'acqua sanitaria sarà Y °C.
Tutte le caldaie, hanno la possibilità di avere un consenso esterno, che nel nostro caso sarà gestito da Egodom.
Oltre al consenso, Egodom dovrà gestire le valvole di zona.

Quindi puoi prevedere uno o più sensori di temperatura sparsi per la casa (studiando le tue esigenze), che dovranno essere abbinati ad altrettante valvole di zona (vedi i post precedenti per la differenza tra Sensore temperatura e Termostato domotico).
Egodom penserà quindi a monitorare la temperatura ambiente; quando un ambiente è più freddo di quello che chiedi (lettura del sensore), Egodom aprirà la valvola di zona (e solo della zona interessata) e darà contestualmente il consenso alla caldaia, in pratica alla pompa che mette in circolo l'acqua che seguirà il percorso della valvola aperta per un solo ambiente.
Quest'acqua messa in circolo avrà la temperatura che tu hai impostato nella "centralina". Come detto sopra, questa ha infatti il compito di garantirne la temperatura.
Quando l'ambiente ha raggiunto la temperatura desiderata, Egodom chiude la valvola e toglie il consenso alla caldaia.

Per questi motivi si tenta di dividere al meglio l'abitazione in più zone, divise in base all'uso degli ambienti, andando a riscaldare solo quelli dove è effettivamente necessario, evitando di SPRECARE INUTILI ENERGIE TERMICHE PER RISCALDARE AMBIENTI VUOTI.

Spero di essere stato esauriente.

Ciao Massimo EGD3.

p.s.: ho letto la tua mail, ti rispondo presto.
Massimo Egodom 3

--- C’è vero progresso solo quando i vantaggi di una nuova tecnologia sono utilizzabili da tutti ---
Max_Egodom3
 
Messaggi: 119
Iscritto il: 22/09/2009, 19:26

Re: Riscaldamento a pavimento e raffrescamento

Messaggioda MrSEO » 18/11/2009, 0:59

Ciao Max,
confermo tutto quello che hai detto ma aggiungo una nota e poi chiudiamo questo post che si sta dilungando troppo! ;)
In queste ore mi sono confrontato con il termoidraulico (nonchè mio fratello :lol: ) che mi ha confermato che sul termostato degli split del controsoffitto esiste un morsetto "EXT" che fa proprio al caso della domotica.
Per quanto riguarda invece il termostato della caldaia il discorso è un pò più complesso: purtroppo non è un banale termostato ma oltre a controllare la temperatura dell'acqua è anche "modulare" cioè si spegne prima o dopo in previsione della temperatura che il sistema andrà a raggiungere; non so se questa funzionalità tra le altre sia inserita nella centralina Egodom.
Comunque anche qui c'è il ponticello sul quadro centrale della caldaia che dovrebbe funzionare da on/off principale a monte del temorstato della caldaia.
Spero di riuscire a cablare il tutto.
Grazie Max!

p.s. Oggi ho parlato al tel con un certo Raffaele di Egodom...
MrSEO
 
Messaggi: 36
Iscritto il: 06/11/2009, 0:25

Re: Riscaldamento a pavimento e raffrescamento

Messaggioda Max_Egodom3 » 18/11/2009, 11:39

Ciao,
benissimo, se vorrai magari apriamo un post quando avrai terminato l'impianto nella sezione apposita "Il mio impianto": viewforum.php?f=15

Per quanto previsto dalla Centrale Egodom3, per la previsione del calore, apriremo un altro post più mirato.

Raffaele è il nostro responsabile tecnico di punta; sono sicuro che sarai rimasto soddisfatto della chiaccherata.
A Presto.

Massimo EGD3
Massimo Egodom 3

--- C’è vero progresso solo quando i vantaggi di una nuova tecnologia sono utilizzabili da tutti ---
Max_Egodom3
 
Messaggi: 119
Iscritto il: 22/09/2009, 19:26


Torna a Termoregolazione – Climatizzazione

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron