Riassunto criteri installazione

In questo forum riporteremo le domande che ci vengono poste da clienti installatori o da installatori o tecnici interessati al nostro sistema Egodom3 e le relative risposte fornite dal nostro supporto tecnico. Per ovvi motivi di tutela della privacy non riporteremo i nomi e i riferimenti dei clienti o delle persone che ci contattano. Lo scopo di questo forum è quello di riportare i dubbi che i nostri clienti installatori hanno avuto prima o durante la configurazione di Egodom3 nei suoi diversi aspetti e le risposte che il nostro supporto tecnico ha fornito.
Bloccato
Max_Egodom3
Messaggi: 120
Iscritto il: 22/09/2009, 19:26

Riassunto criteri installazione

Messaggio da Max_Egodom3 » 05/08/2011, 10:06

Buongiorno,
sono xxxxxxxxxx e seguirò installazione e configurazione della domotica EGODOM.

Non ho avuto altre possibilità, prima, di spiegarvi, magari di persona, come va eseguito l’impianto elettrico.
LE LUCI sono azionate da un impianto a Relais. Stellare.
Ovvero, il comando avviene con NORMALISSIMI pulsanti di accensione che possono essere DI QUALSIASI MARCA.
La potenza viene azionata da relais alloggiati in moduli a Binario DIN da 9 moduli, da centralizzare in uno o più quadri.
I TERMOSTATI del riscaldamento, hanno lo standard delle scatole 503. Ma si può gestire tutto, anche con piccole sonde alloggiate dove possibile.
E’ possibile mettere in casa alcuni altoparlanti (un modulo della scatola 503) per ascoltare i messaggi vocali della domotica.

TUTTI i punti di comando (pulsanti, sensori allarme, lettori RFID,telecamere,) trovano facilità di collegamento, con l’impiego di un cavo UTP cat5.
I sensori magnetici ON-Off sui serramenti, possono essere raggruppati a gruppi di 8, in piccoli componenti BUS.
PER LE TAPPARELLE, possiamo automatizzare un contatto tipo pulsante a chiusura prolungata in apertura e uno in chiusura. Senza rilevazione della posizione della tapparella.

L’argomento non è semplice da sintetizzare in poche righe.
Intanto Le mando la documentazione tecnica
Buongiorno,
Sono uno dei responsabili tecnici di Egodom.
Il sig. xxxxxxx ha perfettamente riassunto i punti salienti per l’installazione dell’impianto stesso.
Penso siano utili solo alcune precisazioni:
  • il cavo bus domotico, collega i moduli tra loro; se questi sono tutti a quadro, il bus rimarrà al suo interno,
  • di contro, i lettori RFID ed i termostati, prevedono il collegamento su BUS; in relazione a quanti eventualmente ne vanno previsti va pertanto previsto il relativo cavo bus, dal quadro più vicino al componente. Considerando la realizzazione, consigliamo non meno di 2-3 lettori RFID,
  • Le piccole sonde di temperatura, citate dal sig. xxxxxxxx, si collegano con 3 fili, NON al bus, ma ad un ingresso qualsiasi di qualsiasi modulo, ed occupano UN SOLO tappo/falso polo, ad esempio di una 503.
  • le scatole per i termostati, sensori temperatura e per la centrale domotica, vanno incassate alla tipica altezza di 160/170cm circa; l’RFID normalmente si installa ad altezza pulsanti.
  • Alla centrale domotica devono arrivare almeno tre tubi corrugati, che vanno verso il quadro elettrico principale, uno per alimentazione, un altro per cavo dati + cavo audio schermato e corto (se possibile max 5mt.), l’ultimo per il cavo LAN,
  • il modulo relays citato, su barra DIN, prevede 8 ingressi A/D e 8 uscite relays di potenza 230Vac/12A; occupa 9 MODULI DIN.
Massimo Egodom 3

--- C'è vero progresso solo quando i vantaggi di una nuova tecnologia sono utilizzabili da tutti ---

Bloccato

Torna a “Domande tecniche - Installatori”